Interpretariato Roma

  • img
  • L’interpretariato a Roma si svolge secondo differenti modalità, diverse per la tecnica e il luogo in cui si svolge il servizio. In ognuna di esse, tuttavia, l’interpretazione è caratterizzata da un “triangolo di comunicazione”, che si scompone in tre fasi: ascolto, comprensione/analisi e la fase di riformulazione.


    La dottoressa Varvara Vizir fornisce i suoi servizi in:

      -Trattative commerciali

      -Presentazioni aziendali

      -Ricezione e accompagnamento clienti stranieri

      -Interpretazione di conference calls

      -Fiere

      -Interpretazioni in aula presso il Tribunale

      -Stipule di contratti o altri atti presso i notai


      Ci sono diversi tipi di interpretazioni:

      - Consecutiva: l’interprete ascolta e annota l’intervento dell’oratore, riproducendolo subito dopo. L’interpretazione consecutiva non richiede apparecchiature tecniche, però richiede molto tempo, motivo per cui si adatta per piccoli gruppi, per discorsi conviviali o per occasioni ufficiali come le conferenze.

      - Simultanea: il messaggio viene interpretato in simultanea mentre l’oratore parla. Normalmente si svolge in una cabina insonorizzata e il pubblico li ascolta grazie agli auricolari. Sebbene questo tipo di interpretariato a Roma richieda l’utilizzo di cabine e di apparecchiature tecniche, è il metodo di interpretazione più efficace e consigliabile per eventi con molti partecipanti e varie lingue, come conferenze internazionali.

      - Legale: l’attività si svolge nei palazzi di giustizia o nei tribunali amministrativi e ovunque abbia luogo un processo legale. Questo servizio si rivolge anche agli studi legali, notarili ecc. Questo tipo di interpretazione può essere sia consecutiva (nel caso di dichiarazioni di testimoni) oppure simultanea e prevedere la traduzione di interi procedimenti. All’interprete viene richiesta un’ottima conoscenza sia della lingua d’arrivo sia di quella di partenza e un’ampia esperienza nell’ambito di procedure legali e di tribunale.

      - Chuchotage o interpretazione sussurrata: viene utilizzata in moltissime occasioni, avviene in modo simultaneo, ma si lavora senza cuffie, ascoltando l’oratore dalla platea. L'interprete si trova a fianco all’ascoltatore a cui trasmette a bassa voce (sussurra) la traduzione.